redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Frode al Fisco, arrestato l'imprenditore di Modugno Giuseppe Giuliani: sequestrati 15 milioni in gioielli e terreni

Frode al Fisco, arrestato l'imprenditore di Modugno Giuseppe Giuliani: sequestrati 15 milioni in gioielli e terreni
Da: Cronaca Pubblicato In: Gennaio 15, 2021 Visualizzato: 137

Frode al Fisco, arrestato l'imprenditore di Modugno Giuseppe Giuliani: sequestrati 15 milioni in gioielli e terreni

Società che commercializzavano energia elettrica avrebbero frodato il fisco e poi sarebbero state condotte al fallimento: è finito agli arresti domiciliari l’imprenditore 45enne di Modugno Giuseppe Giuliani, amministratore della Cei, mentre Mariano Razzauti (75enne di Roma), Bruno Mastripieri (68enne di Roma) e Maurizio Marini (53enne di Tivoli) sono stati interdetti per un anno dall’esercizio di impresa. Il gip Francesco Mattiace ha accolto la richiesta del pm Giuseppe Dentamaro, che contesta ai quattro uomini, e ad altri tre indagati, diverse ipotesi di bancarotta in relazione al fallimento della Cei. 

Stando alle indagini del Nucleo di polizia economico-finanziaria della finanza guidato dal colonnello Luca Cioffi, Giuliani e i suoi complici avrebbero evaso l’Iva per circa 15 milioni, distratto fondi per 2,5, emesso fatture per operazioni inesistenti per 74 milioni e distrutto le scritture contabili.

A luglio, gli investigatori avevano già sottoposto a sequestro gioielli, fabbricati e terreni ubicati a Roma ed in provincia di Bari, per un controvalore di circa 15 milioni di euro, pari all’imposta evasa. Le presunte frodi sarebbero state commesse con il concorso di altre due società, la Entraco, che lo stesso Guliani aveva fondato in Svizzera, e la Velga. Grazie ad esse, l’energia elettrica veniva acquistata e poi rivenduta in modo tale da consentire alla Cei di non versare l’Iva. La società, nello scorso settembre, è stata dichiarata fallita su richiesta della Procura.

Seguici su